Intel > Cascadia

Storia della Cascadia

Sogni utopistici e guerre civili. Tiranni industriali e fervidi dimostranti. La storia della nazione cascadiana è intensa e turbolenta. Continua a leggere per avere un riepilogo delle tappe più importanti.

Intel > Cascadia

Storia della Cascadia

Sogni utopistici e guerre civili. Tiranni industriali e fervidi dimostranti. La storia della nazione cascadiana è intensa e turbolenta. Continua a leggere per avere un riepilogo delle tappe più importanti.

Gli anni dell'OmniStat

Gli anni dell'OmniStat

Dalla Grande Regressione nacque l'OmniStat, ispirata ai racconti di utopie antiche e di società senza classi dove tutti i cittadini avevano lo stesso valore e la produzione era posseduta e condivisa da tutti. L'OmniStat inghiottì presto la maggioranza degli insediamenti isolati e delle città superstiti, a volte in modo pacifico e altre volte no. Alcuni rifiutarono di accettare lo stile di vita dell'OmniStat e resistettero fino alla fine, dando origine a numerosi conflitti e ossessioni.

Nonostante ciò furono compiuti dei progressi, riscoperte idee antiche e sviluppate nuove tecnologie. La civiltà iniziò a ricostruirsi lentamente ma inesorabilmente dopo il limbo della Regressione, e le città dell'OmniStat crebbero in fretta mentre la gente abbandonava gli insediamenti minori e migrava verso le zone urbanizzate. Alcune delle Zone Grigie devastate dalle guerre precedenti vennero bonificate con alterne fortune e la popolazione aumentò notevolmente.

L'Insurrezione dei Kruger

L'Insurrezione dei Kruger

I Kruger sono una delle famiglie più antiche. Sopravvissero alle guerre e alla Regressione mantenendo intatto l'orgoglio, e alcuni riuscirono anche a sviluppare la propria conoscenza. Quando l'OmniStat salì al potere, i Kruger accettarono il suo governo assicurandosi posizioni importanti nel Partito man mano che cresceva, ma non sposarono mai veramente la filosofia alla base dell'OmniStat. Con il passare dei decenni, la famiglia Kruger iniziò a tramare cambiamenti drastici nella convinzione che per far progredire davvero la civiltà fosse necessario creare una società radicalmente diversa, basata sulla libera impresa e sul successo individuale, tutte idee che per il Partito erano eresie.

Pur temendo tradimenti, i Kruger riuscirono ugualmente a far abbracciare la loro causa a qualche altra famiglia, a cui appartenevano anche membri prominenti del Partito e importanti esponenti della società. I Bryson, i Malus e i Wanderborn-Farchild si schierarono dalla parte dei Kruger, e quando arrivò il momento giusto aiutarono a fomentare la ribellione contro l'OmniStat.

La guerra civile

La guerra civile

L'Insurrezione dei Kruger coincise con una vasta carestia che rese molti cittadini ansiosi di unirsi alla causa, stanchi com'erano della polizia segreta, dell'élite del Partito e della sua opprimente dottrina politica. L'accumulo decennale di odio e frustrazione innescò una conflagrazione molto più devastante di quanto avevano immaginato i cospiratori e l'OmniStat fu presto travolto da un'aspra guerra civile.

Le lotte durarono anni e i Kruger furono costretti ad accettare che la loro concezione di una società ideale non era l'unica possibile. In quel periodo turbolento anche altri intravidero un'occasione per creare le proprie associazioni. Quando alla fine si calmarono le acque, dalle ceneri di quella che era stata la civiltà più potente del pianeta nacquero tre nazioni. La più grande era ancora l'OmniStat, che restava sotto il controllo del Partito; la seconda in ordine di grandezza fu chiamata Cascadia e plasmata dalle famiglie che sostennero l'Insurrezione dei Kruger; la terza era Sabaeus, una teocrazia basata su un testo religioso di origini oscure.

I combattimenti causarono anche molte gravi perdite, fra cui quella di Dieter Kruger, il capo della famiglia Kruger. Fu un precursore ispirato e altruista che, se fosse sopravvissuto, avrebbe influito profondamente sugli eventi futuri.

Fondazione della Cascadia

Fondazione della Cascadia

Fu concordata una pace fragile e incerta e furono tracciati dei confini, ma la palese inimicizia fra la Cascadia e l'OmniStat segnò le trattative come un'ombra minacciosa. Se non fosse stato per gli abili negoziati degli ecclesiastici di Sabaeus, la trattativa sarebbe fallita e la guerra sarebbe ricominciata. Per fortuna tutto venne definito nell'Accordo Neridiano e i rappresentanti si ritirarono per ricostruire quel che era andato perduto.

Dieter Kruger aveva concepito una nazione basata su principi democratici, individualità e iniziativa personale, ma dopo la sua scomparsa la fondazione della Cascadia partì col piede sbagliato perché le altre famiglie importanti avevano intenzioni più egoistiche. La costituzione concedeva il diritto di voto ai cittadini di una certo ceto sociale, e permetteva elezioni libere di un presidente e un'assemblea che governassero la nazione. Siccome però il diritto di voto era ristretto fin dall'inizio, erano già stati compiuti i primi passi sulla strada della tirannia.

La Guerra del Triumvirato

La Guerra del Triumvirato

La Costituzione Cascadiana decretava non solo come avrebbe dovuto essere governato il paese, ma comprendeva anche lo statuto aziendale, permettendo a chiunque di creare un'impresa e di farla prosperare. Lo statuto però nasceva già carente perché era stata dedicata scarsa attenzione alle normative sulla concorrenza e sulle pratiche sleali. Inoltre, le famiglie che avevano guidato l'insurrezione si aggiudicarono in anticipo le industrie principali e le risorse naturali per assicurarsi un cospicuo vantaggio.

La situazione fu studiata attentamente dall'OmniStat, che aveva ideali diametralmente opposti a quelli della Cascadia, e nessuno si stupì quando lanciò un attacco a sorpresa contro la Cascadia e Sabaeus pochi anni dopo la nascita delle nuove nazioni. La Guerra del Triumvirato durò due anni e consistette soprattutto in una serie incessante di accanite scaramucce di confine. Il conflitto ebbe termine solo quando venne stabilita un'alleanza precaria fra la Cascadia e Sabaeus. Da allora le tre nazioni sono in stato di tregua, sebbene non sia stato firmato alcun accordo ufficiale di pace.

L'ascesa delle Case aziendali

L'ascesa delle Case aziendali

Una paura e un odio intensi verso l'OmniStat e il Partito incoraggiarono un'iniziativa su scala nazionale per smantellare il vecchio e ricostruire da zero. Tutti i ricordi dell'epoca dell'OmniStat dovevano essere distrutti costruendo al loro posto nuovi simboli per celebrare la libertà e le dodici famiglie che in origine avevano guidato l'insurrezione. Nel giro di un decennio, quelle stesse famiglie arrivarono a controllare quasi l'80% del mercato "libero" e il loro predominio continuò a crescere. L'Assemblea della Cascadia lottò per creare leggi che limitassero l'influenza delle aziende, ma molti membri dell'Assemblea appartenevano alle famiglie e la legge risultò inefficace.

Le famiglie divennero note come Case aziendali, il loro predominio continuò a crescere e alla fine divennero le vere governatrici della Cascadia anche se in modo ufficioso, essendosi coalizzate per formare un Conglomerato collettivo. Memori dell'epoca dell'OmniStat, fecero però il possibile per sembrare aperte a tutta la popolazione. Si raccontavano molte storie di cittadini comuni che avevano fatto carriera in azienda ottenendo la stessa influenza dei membri delle Case aziendali.

Le Sommosse di Novembre

Le Sommosse di Novembre

La ricchezza crescente della casta media, sempre più compiaciuta, dipendeva totalmente dalla casta bassa, il cui accesso alle cure sanitarie, all'istruzione e ad altri servizi era molto limitato, se non addirittura nullo. Molti membri della casta bassa furono costretti a vivere nelle Zone Grigie, dove le aziende possedevano fabbriche, NutriCupole e miniere enormi, e la vita era breve e dura. Gli incidenti lavorativi erano la norma, come pure i tumori e le altre malattie dovuti alle condizioni tossiche nelle Zone Grigie.

Le tensioni aumentarono e furono creati e smantellati vari movimenti fino a quando uno di essi, basato su ideali pacifisti, non si radicò e crebbe costantemente. Il sostegno più forte veniva da Glass, dove era stato fondato da Martin Connors, un musicista famoso e carismatico.

Si raggiunse il punto critico un freddo giorno di novembre, quando venne organizzata la dimostrazione più grande mai vista. Migliaia di persone marciarono verso il nucleo di transito Zephyr, dove si riunirono per ascoltare discorsi e canzoni politiche. Ma qualcosa andò decisamente storto: venne aperto il fuoco e il raduno pacifico si trasformò in pochi istanti in una sommossa caotica. Ci furono centinaia di morti e migliaia di feriti. Le sommosse continuarono senza sosta per tre giorni e Glass bruciò. Fra le vittime ci furono Martin Connors, Erika Connors e la loro figlia Caitlyn.

Il Conglomerato sale al potere

Il Conglomerato sale al potere

La popolazione, soprattutto la casta media, si scatenò contro i manifestanti per i danni e le morti che avevano causato. Il Conglomerato non mancò di sottolineare la debolezza dell'Assemblea e la sua incapacità di gestire la situazione esplosiva. Vennero create delle leggi che proibivano proteste e raduni di grandi dimensioni, rafforzando ulteriormente il Conglomerato.

Le misure approvate dall'Assemblea si dimostrarono però troppo modeste e tardive: quando il Conglomerato dichiarò l'Assemblea non idonea a governare la nazione, solo una minoranza rumorosa si oppose. Coloro che si opposero sparirono in breve tempo, così il Conglomerato assunse il controllo della Cascadia. Glass fu scelta come simbolo della grandezza del Conglomerato. La ristrutturazione fu accelerata e venne investita una quantità enorme di risorse per trasformare Glass in un bastione immacolato del potere del Conglomerato, secondo solo alla capitale Cascadia Prime, dove risiede il Consiglio del Conglomerato.

QUALCOSA È ANDATO STORTO

Si è verificato un errore sconosciuto. Riprova più tardi.

MAPPA INACCESSIBILE PER MANUTENZIONE

Al momento la mappa della closed beta è inaccessibile per manutenzione. Riprova più tardi.