Intel > Fazioni e cittadini

Cittadini

La maggioranza dei cittadini di Glass ha costruito volontariamente la propria stessa schiavitù, soggiogata da un consumo insensato e da un intrattenimento futile. Ma ci sono coloro che si oppongono al potere costituito.

Intel > Fazioni e cittadini

Cittadini

La maggioranza dei cittadini di Glass ha costruito volontariamente la propria stessa schiavitù, soggiogata da un consumo insensato e da un intrattenimento futile. Ma ci sono coloro che si oppongono al potere costituito.

Erika Connors

Erika Connors

Erika nacque e crebbe nella città di Glass. I suoi genitori erano già avanti con gli anni quando era giovane. Vissero durante il dominio dell'OmniState, pur nutrendo dubbi sull'orientamento della nuova nazione cascadiana, dichiararono che qualsiasi cosa sarebbe stata preferibile al Partito e ai suoi dogmi. Il padre (un fisico) e la madre (una matematica) riuscirono a instillare in Erika un amore profondo per le scienze naturali e la discussione consapevole. Essendo anziani morirono quando Erika era vicina ai vent'anni, ma lasciarono una giovane donna dalla mente molto acuta che aveva una visione chiara e altruista dei cambiamenti politici in atto nel paese.

Erika conobbe Martin Connors all'università e dopo due soli anni nacque Faith. L'arrivo della figlia non era stato programmato, ma la amarono profondamente. Erika aveva trovato in Martin un'anima gemella. Forse lei era la più socievole e appassionata dei due, ma nell'intimo erano fatti della stessa pasta.

Erika fu una madre piuttosto severa, ma amava Caitlyn e Faith dal profondo del cuore. Per lei il rigore era necessario in previsione dei tempi difficili che sarebbero sicuramente arrivati. Faith stava però diventando piuttosto ribelle, e sebbene Erika sostenesse la liberà di pensiero e nutrisse una sana sfiducia nei confronti dell'autorità, non voleva che la figlia diventasse totalmente indocile.

Non voleva portare le bambine al raduno di protesta quel terribile giorno di novembre, ma non riuscì a trovare una baby sitter e Martin desiderava che le figlie partecipassero a quello che sarebbe sicuramente diventato un evento storico.

Martin Connors

Martin Connors

Martin nacque nell'anno dello scioglimento dell'OmniStat da due musicisti famosi, sopravvissuti per miracolo alle purghe e alla guerra civile. Crescendo in un ambiente votato alla musica, manifestò un talento precoce per il pianoforte e la composizione. Anche se la nascente nazione cascadiana aveva poco da offrire in termini di educazione musicale, i genitori coltivarono il più possibile il suo talento e gli instillarono un forte senso di responsabilità sociale. Erano stati entrambi attivi nell'Insurrezione dei Kruger, pur avendo cercato di promuovere un approccio più pacifico, e i loro ideali furono trasmessi a Martin che si oppose da subito al corporativismo sempre crescente della Cascadia.

Conobbe Erika mentre frequentava la prima università cascadiana a Libertà e fra loro nacque all'istante un amore sincero. Quando nacquero Faith e Caitlyn, la sua vita cambiò profondamente. Martin voleva che le sue amate figlie crescessero in una società veramente democratica dove le persone fossero padrone del proprio destino. Le figlie lo ispirarono a esibire la sua arte in pubblico e presto divenne la figura chiave di un crescente movimento anti-aziendale. Conservò tale posizione fino alla sua morte prematura durante le Sommosse di Novembre.

Birdman

Birdman

Birdman faceva il Runner già da molto prima che nascesse l'idea stessa di Runner. Quando iniziò l'Insurrezione dei Kruger aveva tredici anni e divenne uno degli anonimi eroi della ribellione, spesso lavorando direttamente per Dieter Kruger in persona. Nella successiva guerra civile lottò insieme ai cospiratori avversi all'OmniStat, ma spesso agì in modo autonomo e la sua avversione alla guerra e all'omicidio crebbe a ogni missione. Poi la guerra finì e venne creata la Cascadia, ma Birdman non riuscì a tornare a una vita normale.

E così corse. Per lui divenne naturale correre, saltare e scalare quando doveva spostarsi da A a B; lo faceva più per restare sempre in movimento che per il gusto di farlo. Mentre il Conglomerato iniziava a rimodellare Glass, Birdman si imbatteva spesso in altri "estranei" che vivevano sui tetti e a malincuore condivise con loro la sua vasta conoscenza dei tanti percorsi segreti di cui si serviva.

Ormai ha smesso di correre e si accontenta di badare ai suoi piccioni, che fungono anche da messaggeri estranei alla rete fra le città.

Aline Maera

Aline Maera

Aline Maera si era sempre voluta interessare solo alla scienza. Fin da piccola era affascinata da libri ed esperimenti dedicati soprattutto alle interfacce uomo-macchina e alla fusione del mondo digitale con quello biologico. In seguito fu assunta dalla Elysium Corp, che già allora era un'azienda biotecnologica e farmaceutica all'avanguardia, e presto fu incaricata di dirigere la propria divisione.

Negli anni seguenti Aline riuscì a ottenere un importante ruolo dirigenziale nel progetto della Riflessione. Si occupava soprattutto di come i naniti potessero osservare e migliorare la salute dell'organismo ospitante, e per lungo tempo credette che la Riflessione avrebbe comportato solo vantaggi. La sua posizione in azienda le permise però di scoprire altri aspetti del progetto che la portarono a fare domande sul vero scopo della tecnologia, domande che avrebbero avuto conseguenze disastrose...

Beatrix Bloch

Beatrix Bloch

Beatrix fa parte della terza cerchia di eredi di Casa Bloch. Dopo lunghe trattative fu promessa in sposa a Peter Bryson, che appartiene alla seconda cerchia di eredi di Casa Bryson. La loro relazione priva di sentimento è una pura unione aziendale finalizzata a rafforzare i legami fra le due case. Casa Bloch intende trarre il massimo profitto dal matrimonio: al momento non ha alcun rappresentante nel Consiglio del Conglomerato, ma tutti sanno che il prossimo anno fiscale le cose potrebbero cambiare.

Beatrix si sente intrappolata in una gabbia di convenzioni e aspettative. In segreto sogna di sciogliere il suo vincolo matrimoniale e di lasciare la città, ma nella realtà non oserebbe mai rinunciare all'unico stile di vita che conosce e una parte di lei è felicissima dei privilegi che spettano ai membri della Casa, anche se appartiene solo alla terza cerchia. Per questo lei si disprezza almeno quanto per la mancanza di coraggio.

Plastic

Plastic

All'inizio l'identità di Plastic, la più abile programmatrice di Glass, è un mistero per Faith. Sa solo che questo prodigio della tecnica estraneo alla rete potrebbe diventare un potente alleato dei Runner. Plastic non è una persona particolarmente socievole, e preferisce vivere e comunicare attraverso il Pulsar. Accetta solo gli incarichi tecnici più difficili sulla piazza e il suo compenso abituale è talmente alto che perfino alcune Case aziendali ci pensano due volte prima di rivolgersi a lei.

Kuma

Kuma

Kuma è uno degli ambiziosi progetti personali di Plastic, la più abile programmatrice di Glass. Questo piccolo robot, dotato di un'IA che si sviluppa in autonomia, è stato costruito nel corso di diversi anni, ma si comporta ancora come una peste a causa della sua personalità imprevedibile e un po' psicotica.

QUALCOSA È ANDATO STORTO

Si è verificato un errore sconosciuto. Riprova più tardi.

MAPPA INACCESSIBILE PER MANUTENZIONE

Al momento la mappa della closed beta è inaccessibile per manutenzione. Riprova più tardi.