Intel > Fazioni e cittadini

I Runner

I Runner sono un gruppo speciale di volontari estranei alla rete che hanno deciso di non fare parte della macchina del Conglomerato. Vivendo sui tetti e raggruppandosi in congreghe affiatate, sfrecciano per il paesaggio urbano compiendo furti e lavorando come corrieri per i migliori offerenti. Le Case aziendali dipendono segretamente dai Runner per le loro continue macchinazioni, e benché la KrugerSec sia sempre autorizzata a neutralizzare a vista qualsiasi Runner, alcuni sostengono che non stia calcando la mano quanto potrebbe con loro.

Intel > Fazioni e cittadini

I Runner

I Runner sono un gruppo speciale di volontari estranei alla rete che hanno deciso di non fare parte della macchina del Conglomerato. Vivendo sui tetti e raggruppandosi in congreghe affiatate, sfrecciano per il paesaggio urbano compiendo furti e lavorando come corrieri per i migliori offerenti. Le Case aziendali dipendono segretamente dai Runner per le loro continue macchinazioni, e benché la KrugerSec sia sempre autorizzata a neutralizzare a vista qualsiasi Runner, alcuni sostengono che non stia calcando la mano quanto potrebbe con loro.

Faith Connors

Faith Connors

Faith aveva sette anni il giorno delle Sommosse di Novembre e sopravvisse per un pelo grazie a un amico dei genitori, Noah Kekai. Questi divenne suo padre adottivo, la fece crescere sui tetti che dominavano la città e la ispirò involontariamente a diventare una Runner. Si è impegnato a tenerla fuori dal conflitto tra il movimento di resistenza di Novembre Nero e il Conglomerato, e Faith ha sottoscritto la posizione neutrale di Noah.

Pur essendo molto segnata dalla perdita della famiglia, Faith è diventata una giovane donna sicura di sé e quasi impertinente. Ama il brivido e corre più per il gusto di farlo che per il guadagno monetario, ma nel profondo sa che il suo attuale stile di vita non può durare: un giorno sarà costretta a prendere posizione contro il Conglomerato.

Noah

Noah

Noah imparò a camminare molto prima che a parlare. Correva sempre dappertutto e quando fu cresciuto abbastanza iniziò anche a scalare, affliggendo i genitori che rinunciarono a tenerlo sotto controllo. Il padre rimase ucciso nella Guerra del Triumvirato e la madre precipitò in un lungo periodo di depressione, per il quale Noah fu affidato a vari amici e parenti per molti anni. Alcuni di loro erano disposti ad accoglierlo mentre altri lo maltrattavano, spingendo il giovane Noah a sentirsi un nomade e a nutrire una profonda sfiducia nelle autorità, presto estesa all'intera società. In breve tempo si accorse che le aziende stavano diventando invasive e trovò altre persone che la pensavano come lui. Fra di loro c'erano Martin ed Erika Connors, con cui nacque un'amicizia profonda e durevole.

Quando scoppiarono le Sommosse di Novembre, Noah perse i suoi più cari amici e si ritrovò all'improvviso con una bambina da allevare. Disilluso dai tempi difficili e dalla gente, decise di vivere sui tetti dove avviò un'attività basata sui furti con scasso e la consegna di messaggi, spesso richiesta dalle Case aziendali nelle loro incessanti lotte intestine. Attribuendo la morte dei suoi più cari amici al conflitto fra Novembre Nero e il Conglomerato, Noah si ripromise di non schierarsi mai più per nessuno e fece il possibile per trasmettere la stessa neutralità a Faith.

Icarus

Icarus

Quando aveva diciassette anni, Icarus scorse un Runner dalla finestra della sua camera. Due giorni dopo uscì di soppiatto dall'appartamento con uno zainetto in spalla, deciso a diventare un Runner anche lui. La vita sui tetti non è mai stata facile, ma Icarus impara in fretta e si è fatto rapidamente un nome per essere veloce, prudente e affidabile.

È considerato uno dei migliori in assoluto, secondo solo a Faith Connors. Noah lo accolse nella congrega durante la detenzione di Faith e fra loro nacque un legame molto stretto. Come Faith, anche Icarus corre soprattutto per il gusto di farlo e ogni giorno si gode una vita molto diversa da quella che era stata scelta per lui. A differenza di Faith non è molto impulsivo: la sua abilità nasce da calcoli attenti anziché da rischi azzardati. Detesta essere paragonato a Faith e si è ripromesso che le avrebbe impedito di rovinargli la reputazione una volta uscita dal riformatorio.

Nomad

Nomad

Nomad non sa quando sia nato e non se ne cura. Ha escogitato una storia secondo cui sarebbe stato abbandonato dal padre prima ancora di nascere per poi essere allevato dalla madre, di cui non serba alcun ricordo e che rimase uccisa nelle Sommosse di Novembre. Ha vaghi ricordi di altre persone adulte e di avere tentato la fuga per poi essere riportato a casa, non saprebbe dire se dalle autorità o da qualcun altro. Sa soltanto che quando vedeva gli altri bambini andare a scuola viveva già in strada e si faceva un nome tra gli esiliati di Glass.

Nomad è autore di numerosi graffiti in cui ricorre il tema del suo profondo odio per il Conglomerato. Ha anche scoperto un modo per hackerare e sovvertire le gigantesche proiezioni pubblicitarie al fine di mostrare la vera natura del Conglomerato, ma per riuscirci ha spesso bisogno dell'aiuto di Faith.

Il suo primo incontro con lei risale a circa dieci anni fa; anche se non lo ammetterebbe mai, l'ha più o meno adottata come la sorella maggiore che non ha mai avuto. Come lascia intuire il suo nome, Nomad non si è mai insediato in un luogo fisso ed è sempre un po' irrequieto. La sua natura errabonda lo porta a bazzicare le zone lussuose come quelle malfamate di Glass, dove sa come muoversi e con chi parlare. Pur non essendo un Runner, è integrato bene nella loro vasta comunità.

QUALCOSA È ANDATO STORTO

Si è verificato un errore sconosciuto. Riprova più tardi.

MAPPA INACCESSIBILE PER MANUTENZIONE

Al momento la mappa della closed beta è inaccessibile per manutenzione. Riprova più tardi.